Ha una piccola valigia tra le mani e un aereo che sta per partire e che lo porterà in Sardegna, Daniele Aresu. Non sta venendo per fare le vacanze di Natale, ma per vedere (sempre se sarà possibile) i resti del fratello Claudio, 46 anni, ritrovati ieri dopo quattro mesi nel Supramonte di Baunei. Ha il cuore gonfio di dolore e rabbia, Daniele. Per sedici settimane ha sperato di poterlo riabbracciare, si è fidato quasi ciecamente delle tante segnalazioni che arrivavano dal nord dell’Isola e che parlavano di un uomo, scalzo e in stato confusionale, che si aggira tra Santa Teresa di Gallura e i Comuni limitrofi. Tutto falso, purtroppo: Claudio Aresu, dallo stato di decomposizione del suo cadavere all’assenza di segni di violenza, è sempre stato nella macchia mediterranea, forse tradito da un malore o da una caduta” :Purtroppo non me l’aspettavo, anche ieri ho ricevuto segnalazioni dal nord della Sardegna, vuol dire che c’è qualcuno che gli somiglia. Abbiamo fatto tutto il possibile, siamo avvolti dal dolore”, dice Daniele Aresu. Tra poche ore sarà nell’Isola, forse il funerale e il seppellimento del fratello saranno fatti a Cagliari, città nella quale ha vissuto per lunghi periodi. Quando non era a Como era nel capoluogo sardo. Ma la rabbia per quattro lunghi mesi trascorsi nella speranza continua di poter riabbracciare il fratello si fanno sentire: ” Avevo detto di non sospendere le ricerche, purtroppo in Italia i familiari di uno scomparso vivono una vita di inferno. Ci siamo dovuti muovere sempre da soli, siamo stati abbandonati dalle istituzioni che, dopo i primi dieci giorni, hanno interrotto le ricerche, lasciando al caso il ritrovamento del corpo di Claudio. È profondamente sbagliato, abbiamo aperto una raccolta fondi per portare avanti tutte le verifiche sul territorio, ma non dovevamo farlo noi”, afferma, netto, Daniele Aresu. “I soldi ricevuti e non utilizzati per le ricerche andranno in beneficenza. Per il resto, non auguro nemmeno al mio peggior nemico di provare ciò che abbiamo provato noi. Spero che altre famiglie non vivano ciò. He abbiamo vissuto noi. Dopo quattro mesi abbiamo le ossa rotte e siamo molto provati”.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.