“I negozianti non hanno l’obbligo necessariamente di chiedere il green pass all’ingresso dell’attività ma possono, nella loro discrezione, svolgerlo a campione”. È quanto si legge in una delle centinaia di locandine fatte stampare da Stefano Rolla, presidente del consorzio dei commercianti di Cagliari “Strada Facendo”, che saranno appese alle vetrine dei negozi dal prossimo primo febbraio. Cioè da quando servirà il green pass base per entrare a comprare un paio di scarpe, un giubbotto, un orologio o un anello in tutti i negozi. Commercianti in rivolta contro la certificazione verde? No: “Lo prevede il Governo col Dpcm del 24 gennaio, specifica che i controlli potranno esser fatti a campione, anche per scaricare i negozianti dal vincolo del controllo ossessivo. In molti negozi è impossibile, dovremmo assumere un dipendente ad hoc, impensabile visto anche il periodo di crisi”, dice Rolla: “Diciamo che questa disposizione alleggerisce il carico dei commercianti che avevano l’angoscia di dover controllare a tutti il green pass. Non si deve fare, si può evitare ed è molto importante per dare respiro mentale anche ai clienti. Rimane l’obbligo della regola”, cioè green pass base obbligatorio per chiunque entri nei negozi.“In caso di controllo, sarà un problema e una multa solo per il cliente”, nessun guaio “per l’esercente che non ha magari potuto fare la verifica”. Ansia o timori in vista del primo febbraio? “No. Molti faranno i controlli, ma sarà a discrezione del negoziante che potrà operare nei modi e nelle possibilità congeniali. Per noi sarebbe un peso in più”.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.