Ieri a Guspini, a seguito di un controllo amministrativo finalizzato ad accertare la regolare coltivazione di cannabis sativa presso un’azienda agricola, i carabinieri hanno denunciato per coltivazione finalizzata alla commercializzazione di sostanze stupefacenti: un 57enne e un 32enne del posto.

I militari hanno accertato che nonostante la documentazione esibita attestasse che la coltivazione delle piante fosse stata eseguita secondo le prescrizioni con tanto di regolari autorizzazioni, la condotta dei due uomini in ordine alla lavorazione delle piante estirpate, finalizzata alla successiva commercializzazione, integrava invece il reato in questione.

Nello specifico, nei locali dell’azienda sono stati individuati strani residui di lavorazione, mentre all’interno della cantina ubicata presso la loro abitazione, sono stati rinvenuti e posti sotto sequestro 39 involucri di cartone e cellophane, contenenti circa 130 kg di infiorescenze di canapa sativa, che prontamente analizzate dal laboratorio di chimica dei carabinieri del RIS di Cagliari, evidenziavano un tenore di THC (tetraidrocannabinolo) compreso tra lo 0,35 e lo 0,5%, percentuale questa, nettamente superiore a quella consentita.

 

L'articolo Guspini, autorizzati a coltivare canapa legale: ma i carabinieri trovano anche marijuana con thc superiore ai limiti proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.