Green pass obbligatorio sui bus: si parte lunedì. La circolare del Viminale impone i controlli alle forze dell’ordine con o il “contributo degli enti gestori, in particolare attraverso il proprio personale addetto alle verifiche, in possesso della qualifica di incaricato di pubblico servizio”. Ma le incognite in città sono tante. Il Ctm è preoccupato: il trasporto pubblico locale, demonizzato nel periodo del Covid, ha perso il 40 % degli introiti e teme nuovi ostacoli per l’utenza.

“Non siamo tenuti a esercitare il controllo sui green pass, è una questione che deve vedere il prefetto con le forze dell’ordine”, dichiara Carlo Arba, presidente del Ctm, “i nostri controllori devono solo effettuare i controlli solo sui titoli di viaggio. La circolare del Viminale? Qui non è ancora arrivata e per ora, nessuno dei noi è mai stato convocato dal Prefetto. Che facciano i controlli loro che mandino le forze dell’ordine a presidiare le fermate: che le militarizzino. Rilevo poi una contraddizione: dovranno controllare i ragazzi che devono recarsi a scuola, dove non è obbligatorio il green pass, ma che senza la certificazione verde non potranno salire sui bus che per raggiungere a scuola”.

L'articolo Green pass obbligatorio sui bus, il Ctm: “I controlli? Non spettano a noi. Li faccia la polizia alle fermate” proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.