La pericolosa attività di un gruppo di giovani interrotta dall'intervento della Guardia costiera

GOLFO ARANCI. Tuffi in mare con l'utilizzo di un carrello della spesa. E' il singolare, e pericolosissimo, sistema inventato da un gruppo di ragazzi in una delle spiagge di Golfo Aranci. L'attività non proprio sicura è stata segnalata da alcuni bagnanti preoccupati per l'incolumità sia dei ragazzi che stavano "divertendosi" con il carrello sia delle altre persone presenti nell'arenile. I militari della Guardia costiera sono intervenuti in maniera sollecita e i giovani alla loro  vista si sono allontanati rapidamente lasciando il carrello in acqua. L’oggetto è stato quindi recuperato ed è stato custodito negli Uffici di Golfo Aranci della Capitaneria in attesa di essere restituito al supermercato che ne ha la proprietà.

L'attività dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Golfo Aranci comunque, non si è limitata a questo intervento, ma ha dovuto nel fine settimana gestire oltre 100 telefonate effettuate da privati cittadini. Segnalazioni e richieste di informazioni di varia natura, a cui gli uomini in divisa bianca hanno poi dato seguito mediante verifiche con mezzi via mare, pattuglie a terra, o con richieste di collaborazione a concessionari e bagnini. Ad ogni segnalazione è stata data la necessaria attenzione al fine di evitare che un piccolo evento potesse trasformarsi in un tragico incidente.

Purtroppo molte segnalazioni hanno riguardato comportamenti scorretti da parte di diportisti e bagnanti e la Guardia Costiera di Golfo Aranci, e gli Uffici di Porto Cervo e Porto Rotondo sono intervenuti con attività preventive e laddove necessario con attività repressive con elevazioni di sanzioni e diffide a carico dei trasgressori. .

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.