Il sindaco Mulas: "Nessun allarmismo. La chiusura serve per fare le verifiche sulla popolazione scolastica"

GOLFO ARANCI. C'è un caso positivo a Golfo Aranci. Lo ha comunicato il sindaco, Mario Mulas, annunciando anche la chiusura della scuola primaria. La persona positiva ha scelto di avvisare il primo cittadino dopo aver avuto il risultato del test fatto spontaneamente.

"La persona è a casa e sta bene - ha spiegato Mulas -.  Ho immediatamente avvertito l'Autorità sanitaria per le verifiche e per l'adozione di ogni iniziativa per minimizzare l'eventuale contagio di altre persone. Invito tutti a non allarmarsi ingiustificatamente. Non è necessario alcun allarme ma oggi più che mai è opportuno stare calmi e fare attenzione ai nostri comportamenti".

In seguito alla comunicazione di positività Mulas, dopo un confronto con l'Ats e la dirigenza della scuola, ha firmato l'ordinanza con cui ha disposto la chiusura della primaria almeno per tutta questa settimana.

"La misura viene adottata al fine unico di consentire alle Autorità sanitarie di fare le verifiche necessarie anche sulla popolazione scolastica - spiega il sindaco -.  È un provvedimento che non deve allarmare oltremodo i genitori e lo prendo con la certezza di tutelare, in questo modo, i nostri bambini".

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.