È ufficiale: da lunedì 27 giugno sarà sciopero ad oltranza per gli autotrasportatori, gli allevatori e le partite Iva sarde. I primi hanno imbastito tutta l’operazione, le altre due categorie invece si stanno accodando nelle ultime ore, con dei messaggi postati nei gruppi ufficiali di Facebook. C’è stato un incontro con il prefetto, domani sarà scritta una lettera da spedire a Roma con diverse richieste: “Oltre al caro carburanti, ci troviamo ad affrontare con il caro traghetti e la mancata sistemazione in cabina nei periodi con alta affluenza di turisti e lo stato pessimo delle arterie principali”, spiegano gli Autotrasportatori sardi riuniti. Da lunedì proteste e volantinaggi anche nelle principali stazioni di servizio, oltre che nei porti di Cagliari, Olbia, Golfo Aranci e Porto Torres. “Uno sciopero totale, la situazione è critica”, spiega il portavoce dei camionisti, Alexsander Scano. “La manifestazione si sta ingrossando, si stanno unendo anche vari commercianti e agricoltori. Faremo picchetti con volantinaggio e informeremo anche i turisti che sbarcano nell’Isola della nostra situazione”. La rabbia è tanta e la tensione già alle stelle: “Se non otterremo ciò che vogliamo, ovvero un immediato calo dei costi del carburante e le altre agevolazioni per chi deve prendere la nave per trasportare le merci, manifesteremo anche la settimana prima di Ferragosto”. Si attendono fatti concreti da Roma, gli autotrasportatori: “Domani verrà redatto su carta una lettera che manderemo al prefetto con i punti toccati oggi in modo che li faccia arrivare a Roma dalla Bellanova. Pertanto, auspichiamo che entro metà della prossima settimana la manifestazione possa rientrare, sempre se le promesse fatte verranno esaudite”. In caso contrario, “almeno in cinquecento, andremo avanti ad oltranza. Siamo tutti uniti dalla fame e dai rincari”.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.