Giganti di Mont’e Prama: museo chiuso, sovrintendente costretta a fare dietrofront
Grande spiegamento di forze. Il sindaco chiede l’apertura di una trattativa

Polizia e carabinieri stamane a Cabras

Le porte del Museo di Cabras sono rimaste chiuse stamane e la sovrintendente Maura Picciau dopo circa un’ora d’attesa è dovuta risalire in auto e rientrare a Cagliari.  L’ordinanza emessa ieri dal sindaco Andrea  Abis, per ragioni di ordine pubblico, ha momentaneamente bloccato le procedure di trasferito di alcune statue dei  Giganti di Mont’e Prama a Cagliari, per un intervento di restauro.

Stamane davanti al museo erano presenti numerosi agenti  di polizia e carabinieri coordinati dal primo dirigente della Questura Pino Scrivo. La  sovrintendente ha ribadito  di dover accedere ai locali del museo per constatare lo stato dei beni, come la legge prevede. Di fatto le è stato impedito dall’ordinanza di chiusura dello stesso museo e ora  il provvedimento potrebbe essere oggetto di un ricorso al Tar.

Dal canto suo il sindaco Andrea Abis dal Comune ha annunciato che invierà una lettera agli uffici del Ministero per chiedere un confronto che trovi soluzione al problema.

Leggi anche Il sindaco di Cabras chiude il museo per bloccare il trasloco dei Giganti

segue

L'articolo Giganti: museo di Cabras chiuso, sovrintendente deve fare dietrofront sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.