Stamattina a Giba, i carabinieri della locale Stazione, a conclusione di una serie di accertamenti investigativi, denunceranno per omissione di soccorso stradale una 37enne casalinga del posto, separata e incensurata. La donna, il 12 aprile 2021, alle ore 12 circa, mentre percorreva la strada statale 195 a bordo del proprio autoveicolo Fiat Punto in direzione di Masainas, aveva urtato con lo specchietto retrovisore destro una bicicletta condotta da un 73enne, pensionato di Masainas, coniugato. Dopo aver cagionato il sinistro con la propria maldestra traiettoria, la donna si era allontanata dal luogo dell’incidente senza prestare soccorso all’anziano che, a seguito dell’urto, è caduto rovinosamente a terra, venendo poi soccorso da un passante e trasportato quindi dal 118 presso l’ospedale “Sirai” di Carbonia, dove gli è stata riscontrata la frattura della gamba sinistra. All’identificazione della giovane donna si è giunti attraverso una serie di verifiche sulle telecamere di sorveglianza che coprono il percorso da lei seguito, che hanno consentito di verificare tempi e itinerari di percorrenza dell’auto che aveva causato la caduta dell’anziano.

L'articolo Giba, fa cadere a terra un ciclista e non si ferma a soccorrerlo: denunciata una casalinga 37enne proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.