L’assessore regionale al turismo Gianni Chessa a Radio CASTEDDU: “Un limite di coprifuoco è chiaro che è una sofferenza maggiore, quella di stare a casa e non poter vivere questa bellissima estate nella nostra isola. È un problema, è un’assurdità e dalle 22 alle 23 cosa cambia? Ci vuole un po’ di buon senso e di rivedere gli orari altrimenti bisogna rassegnarsi che i vaccini non arrivano e che dobbiamo convivere con il virus perché non è possibile. Le chiusure stanno recando un danno economico al comparto del commercio e del turismo e stavolta sono molto più pesanti. Non c’è prospettiva per le prenotazioni, se si dice che l’Italia chiude alle 22 non viene più nessuno. È una posizione che va contro l’economia e noi amministratori purtroppo dobbiamo rispettare le leggi perché non possiamo dare il brutto esempio. Non le condividiamo, io non condivido queste scelte apocalittiche che a volte si fanno. La gente vuole certezza e bisogna accelerare con le vaccinazioni: la Sardegna è pronta anche a effettuare 17 mila vaccini al giorno ma se non arrivano i vaccini è finita qui non se ne esce più. Stanno perdendo tempo, che ti dicano almeno la verità. Bisogna mettersi anche nei panni di una gioventù che ha perso un anno e mezzo, come tutti noi del resto”.

Risentite qui l’intervista a Gianni Chessa del direttore Jacopo Norfo e di Paolo Rapeanu https://www.facebook.com/castedduonline/videos/761745241176019/ e scaricate gratuitamente l’APP di RADIO CASTEDDU https://play.google.com/store/apps/details?id=com.newradio.radiocastedduonline

L'articolo Gianni Chessa a Radio Casteddu: “Coprifuoco scelta apocalittica per il turismo, perché non fanno arrivare i vaccini?” proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.