Ragazze apparse su media. Per difesa è 'solo il suo lavoro'

(ANSA) - MILANO, 09 FEB - La Procura di Milano ha segnalato al Tribunale di Sorveglianza per eventuali valutazioni il comportamento di Fabrizio Corona, che sta scontando il suo cumulo pene in detenzione domiciliare, perché si starebbe occupando in queste ultime settimane di due delle presunte vittime che hanno denunciato Alberto Genovese, l'imprenditore del web finito in carcere a novembre per aver stordito con droghe e stuprato una 18enne.

A quanto si è saputo, dopo una comunicazione da parte della polizia il procuratore aggiunto Letizia Mannella e il pm Rosaria Stagnaro - titolari delle indagini condotte dalla Squadra Mobile e dalla Gdf, assieme anche al pm Paolo Filippini - hanno segnalato alla Sorveglianza, competente nelle valutazioni e decisioni, alcune condotte dell'ex 're dei paparazzi'.

Corona, a suo dire, si occuperebbe "professionalmente" delle due ragazze, Ylenia Demeo e Martina Facchini, che nei giorni scorsi hanno rinunciato all'anonimato per raccontare i presunti abusi subiti e sono state intervistate e fotografate da alcuni media. Ragazze che sono assistite dall'avvocato Ivano Chiesa, storico legale di Corona e che di recente ha fatto sapere che non c'è alcuna "regia occulta" dell'ex 'fotografo dei vip' sulle due giovani. L'ex agente fotografico "lavora per Athena - ha detto - che fornisce contributi giornalistici, e quindi fa il suo mestiere". (ANSA).

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.