Il pastore sardo, “che si lava ogni 5 anni”, esce di scena e l’aria è di nuovo respirabile. La “gag” andata in onda nel corso della trasmissione di Mediaset “Paperissima Sprint” ha fatto infuriare migliaia di sardi. Tra i protagonisti del video c’è anche Davide Urgu, comico oristanese, che ha commentato l’accaduto su Facebook. “Apro una parentesi rivolgendomi a chi sta dimostrando dissenso riguardo la scenetta andata in onda ieri sera su Paperissima sprint”, ha scritto il comico sardo, “sono dispiaciuto se qualcuno pensa abbia mancato di rispetto a una categoria o a un Popolo, ho sempre appoggiato e difeso la battaglia dei pastori sia in tempi non sospetti su Striscia la notizia e con i tenorenis 3 anni fa a Bitti, ma guarda caso nessuno mi ha cagato. Sono un Padre di famiglia che ogni giorno cerca di fare del proprio meglio per andare avanti in maniera umile e dignitosa senza pestare i piedi a nessuno. E’ giusto che ci sia chi manifesta dissenso o consenso, non ho offeso nessuno e di questo ne sono convinto, al contrario di qualcuno che scrive commenti che rasentano il bullismo mediatico”.

L'articolo Gag sui “pastori sardi che puzzano”, Davide Urgu: “Dispiaciuto, ma non ho offeso nessuno” proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.