“Mia moglie è andata via di casa dal 27 del mese scorso, tramite un bancomat siamo riusciti a vedere i suoi movimenti, ha prelevato a Milano il 27 e il 28 febbraio scorsi a Zurigo, quindi riteniamo sia in Svizzera. Questo ci ha consolato. Ma tiene il cellulare staccato, abbiamo attivato l’Interpol. E’ strano perché non ha avvertito nemmeno la mamma”. E’ disperato Luigi Cadelano, marito di Gabriella Maxia, la donna di 48 anni di Decimoputzu.

Giovedì eravamo tranquilli assieme col nostro avvocato, ma nulla lasciava pensare che facesse qualcosa del genere. Quando ho visto che non c’era pensavo fosse dalla madre. Non l’ho chiamata convinto che fosse lì, ma poi mia suocera mi ha chiamato e mi ha detto che non era lì. E allora mi son preoccupato.

Il giorno prima abbiamo avuto un battibecco, perché le dovevo ricordare di prendersi la cura per la stabilizzazione dell’umore lei si è incavolata, mi chiedo come ha fatto a superare i controlli perché non aveva motivazioni per uscire dall’Isola. Speriamo si sia portata le medicine”.

Risentite qui l’intervista del direttore Jacopo Norfo e di Paolo Rapeanuhttps://www.facebook.com/castedduonline/videos/918864938653508/e scaricate gratuitamente l’APP di RADIO CASTEDDUhttps://play.google.com/store/apps/details?id=com.newradio.radiocastedduonline

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.