Fuoco a quattro auto come punizione dopo un tamponamento
Denunciato dai carabinieri un incendiario che si vantava sui social

Quasi due mesi di indagini, ma alla fine i carabinieri hanno dato un nome al responsabile dell’incedio che la notte del 30 dicembre 2020 aveva danneggiato quattro auto parcheggiate nel cortile di un condominio a Monserrato. Ai militari ha dato una mano il principale indiziato, che sui social si vantava di una vendetta riuscita.

I carabinieri della Compagnia di Quartu avevano controllato con pazienza le immagini registrate per giorni da alcuni impianti di sorveglianza nella zona e avevano individuato una persona che era passata più volte davanti alla palazzina, sia a piedi che in sella a uno scooter. Trovato un possibile colpevole, era saltato fuori anche un probabile movente per l’incendio notturno: un banale tamponamento, provocato tempo prima dallo stesso incendiario.

Non soddisfatto di aver causato l’incidente, l’uomo aveva inseguito l’auto che lo precedeva, fino a quando era stato fermato da una pattuglia del Nucleo operativo e radiomobile di Quartu. Alla fine era scattata una denuncia per minacce e guida in stato di ebbrezza, con il sequestro della patente.

Ora una perquisizione a casa di C.A. (46 anni, di Monserrato) ha permesso di scoprire i capi di abbigliamento, i caschi e lo scooter visti nei video di sorveglianza. Anche in base a questi elementi, i carabinieri di Monserrato hanno denunciato l’uomo per danneggiamento seguito da incendio.

Venerdì, 26 febbraio 2021

L'articolo Fuoco a quattro auto come punizione dopo un tamponamento sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.