Un 47enne arrestato per furto aggravato dopo un lungo inseguimento dei carabinieri concluso sulla ss130

ASSEMINI. Ruba un’auto nei parcheggi dell’ospedale Brotzu e quando incappa ad Assemini in un posto di blocco dei carabinieri del nucleo radiomobile della Compagnia di Cagliari si da alla fuga speronando l’auto di servizio dei militari. Nell'inseguimento finisce però contro il guardrail delle statale 130 vicino a Decimomannu e prosegue a piedi, ma viene raggiunto e arrestato dai carabinieri.

In manette è finito un 47enne di Sant’Antioco, R.O. E’ accusato di furto aggravato, resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento. Mentre nella tarda serata di ieri 28 settembre la pattuglia della Radiomobile era impegnata nelle normali attività di controllo sul territorio, un automobilista non si è fermato a uno stop e i militari lo hanno seguito per un breve tratto e poi intimato l'alt. Il conducente però ha accelerato e i carabinieri si sono messi all'inseguimento.

Durante la fuga c'è stato uno scontro fra l’auto di servizio e quella in fuga, che ha poi imboccato una strada sterrata per finire la corsa contro l'esterno del guardrail che delimita la statale 130, in territorio di Decimomannu. Il 47enne è sceso dall'abitacolo e ha cercato di allontanarsi nuovamente, ma è stato bloccato. La Kia Picanto rossa è risultata essere stata rubata poco prima vicino all'ospedale Brotzu.L'arresto è stato convalidato e nei confronti dell'uomo è stata chiesta la perizia psichiatrica per via del suo comportamento alquanto singolare nei confronti dei militari.(luciano onnis)

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.