Continua la polemica sugli emendamenti al bilancio presentati in Comune dalle opposizioni e bocciati dal consiglio. I consiglieri del gruppo Fratelli d’Italia, Giuseppe Puddu, Fulvio Deriu e Lorenzo Pusceddu, che siedono sui banchi della maggioranza, parlando di “un sistema oppositivo, determinante unicamente inerzia amministrativa” e ci tengono a evidenziare le ragioni del loro no.

Oggi hanno diffuso un documento che ribadisce la volontà di sostenere famiglie e imprese, pone l’esigenza di una revisione del bilancio in seguito all’emergenza coronavirus e riassume le posizioni di diniego sulle proposte dell’opposizione, punto per punto.

Offerta museale. “L’emendamento presentato” scrivono i consiglieri, “non rappresenta un valore aggiunto all’azione amministrativa, bensì una sovrapposizione di intenti, giusto il fatto che la Giunta Comunale abbia già in attuazione quanto richiesto, rendendo tanto vano quanto inopportuno l’emendamento promosso”.

Istituzione micro raccolta amianto. “La richiesta avanzata,consta nel concedere al privato cittadino, la facoltà di poter provvedere autonomamente alla raccolta di un materiale che per definizione è classificato “rifiuto speciale pericoloso”; scrivono i cosnigliri del gruppo di Fratelli d’Italia che ritengono come “la delicatezza dell’argomento sia meritevole di uno studio approfondito, per il quale il Presidente della Commissione Ambiente, ha già previsto la convocazione della stessa, unitamente all’audizione di un esperto in materia, quale il Presidente dell’associazione ex esposti”.

Servizio bike sharing. “L’amministrazione Comunale”, sostengonon i consiglieri Puddu, Deriu e e Pusceddu, ha avviato una pianificazione per la realizzazione di piste ciclabili, quali infrastrutture garanti della sicurezza del cittadino che fa uso del mezzo ecosostenibile”.
“Pertanto, si è ritenuto di non dar seguito ad un’iniziativa non in linea con il momento, ma soprattutto, non attuabile prima della realizzazione di tutta la rete infrastrutturale cui sopra si fa cenno, giusti i numerosi incidenti registrati in città”.

Passaggio a livello Via Baracca. Il gruppo di Fratelli d’Italia dice di aver “ampiamente motivato la contrarietà all’emendamento, evidenziando tanto il distinguo tra l’impossibilità di intervento su una porzione di area di proprietà delle Ferrovie, quanto la giustificata classificazione di passaggio pericoloso, giusta l’insussistenza del principio di complanarità determinato dalla definizione di passaggio “a livello”. Il ìgruppo consiliare ricorda di aver già provveduto ad uno studio di merito, “privilegiando qualsivoglia risorsa economica a sostegno della cittadinanza”.

Animali d’affezione-Incentivazione adozioni e gattile. “Il rispetto del mondo animale, si ritiene che rappresenti un fattor comune per l’intera collettività, così come la problematica legata al fenomeno del randagismo”, scrivono i consiglieri di Fratelli d’Italia. “La manifesta contrarietà è imperniata proprio sul rispetto dell’animale, ritenendo che la proposta non possa definirsi amorevole, per il semplice fatto che per garantire il connubio perfetto tra benessere animale e contrasto del fenomeno del randagismo, non si possa promuovere un gattile, quale reclusione dell’animale stesso in attesa dell’affido. Contrariamente, i consiglieri Puddu, Deriu e Pusceddu, “ritengono che l’unica soluzione, alla problematica , sia la realizzazione di un’aasi felina, avendo la peculiarità di non recludere l’animale in gabbia così come avanzato nell’emendamento. Proposta che si ritiene estensibile anche al mondo canino”.

Tassa di soggiorno. I consiglieri del gruppo di Fratelli d’Italia ricordano che la Giunta Comunale ha provveduto a sospendere la tassa di soggiorno per l’intero anno corrente. “Sarebbe stato auspicabile”, scrivono, “un ritiro dell’emendamento, dal quale emerge unicamente una carente attenzione sull’azione amministrativa”.

L'articolo Fratelli d’Italia contro l’opposizione: “Inerzia amministrativa” sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.