Forestali nel mirino degli incendiari dopo i controlli sulla pesca abusiva?
Cinque avvisi di garanzia e perquisizioni per l’attentato di gennaio a Sant’Antioco

C’era la pesca abusiva dietro l’attentato incendiario che la notte del 21 gennaio aveva distrutto due fuoristrada, un pick-up e un gommone della Forestale a Sant’Antioco? Sembra questa la pista seguita nelle indagini: questa mattina, durante una serie di perquisizioni disposte dalla Procura della Repubblica di Cagliari, sono stati notificati avvisi di garanzia a cinque indagati, che si sospetta siano collegati appunto al mondo della pesca abusiva.

All’operazione hanno partecipato circa 90 agenti provenienti dagli Ispettorati di Iglesias, Cagliari, Oristano e Lanusei, oltre che dalla Direzione generale del Corpo forestale e di vigilanza ambientale.

Perquisite le abitazioni e altre strutture a disposizione di persone sospettate di aver compiuto l’attentato incendiario (o di aver collaborato in qualche modo) in risposta alle attività di controllo sulla pesca svolte dai forestali della base navale di Sant’Antioco, che dipende dall’Ispettorato di Iglesias.

Non ci sono per ora altri dettagli sulle operazioni in corso sotto il coordinamento del sostituto procuratore titolare delle indagini.

Venerdì 19 marzo 2021

L'articolo Forestali nel mirino degli incendiari dopo i controlli sulla pesca abusiva? sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.