Ampia richiesta da parte delle imprese sarde per partecipare al bando del Fondo (R)esisto, finalizzato alla salvaguardia dei livelli occupazionali attraverso l’erogazione di sovvenzioni a favore di micro, piccole e medie imprese. Circa 7000 le domande pervenute agli uffici regionali alle 16 nella prima giornata di apertura di oggi, per una richiesta di contributi per un valore di oltre 160 milioni di euro.

“Una partecipazione che attendevamo e che va anche oltre le aspettative – spiega l’assessore regionale del Lavoro, Alessandra Zedda – Ciò dimostra che la Regione è stata in grado di intercettare i bisogni delle imprese e siamo riusciti a dare gli strumenti per favorire la permanenza al lavoro e la ricollocazione dei lavoratori. Una misura necessaria – prosegue l’assessore – che rappresenta un segnale di ottimismo e di speranza per una ripresa economica della nostra Isola”.

“Alla chiusura del bando (R)esisto – conclude l’esponente della Giunta Solinas – data la cospicua adesione, valuteremo la reale esigenza di implementare le risorse e metteremo il massimo impegno per riuscire a finanziare il maggior numero possibile di domande”.

L'articolo Fondo (R)esisto, 7mila domande arrivate in un giorno: richiesta di contributi per 160 milioni proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.