Cagliari

In arrivo 40 milioni di euro dopo l’allarme del Sistema Arborea

Finalmente arriva una boccata d’ossigeno per il settore dell’allevamento bovino e ovino sull’Isola, e in particolare anche per il Sistema Arborea. Dalla Regione, sono stati stanziati ben 40 milioni di euro a sostegno della categoria, di cui 9 milioni e 840 mila per il comparto dei bovini da latte e 8 milioni per il comparto dei bovini da carne.

Una misura importante, a sostegno di un settore già provato e che deve fare i conti non solo con la crisi generale e il caro prezzi delle materie prime ma anche con il problema, ormai cronico. del basso prezzo della vendita del latte.

Si dichiara soddisfatto il consigliere regionale di Forza Italia Sardegna, Emanuele Cera. “Esprimo un vivo apprezzamento e una forte soddisfazione personale che la mia proposta, formulata in aula nella seduta del Consiglio Regionale sulla finanziaria del 17 e ribadita ieri pomeriggio durante i lavori della V Commissione Attività Produttive del Consiglio Regionale”, dichiara Emanuele Cera, “sia stata interamente e immediatamente recepita dalla Giunta Regionale grazie ad un emendamento di prossima presentazione sulla Finanziaria”.

“Sarà quindi portato all’attenzione dell’aula del Consiglio regionale”, prosegue Cera, “così come annunciato dal Presidente della Giunta, un intervento concreto con uno stanziamento di 40  milioni di euro in favore degli allevatori sardi, di cui 9 milioni e 840 mila per il comparto dei bovini da latte e 8 milioni per il comparto dei bovini da carne, al fine di far fronte alle difficoltà che attraversa il settore, aggravate ulteriormente di recente al caro prezzi che grava sulle materie prime, energia e gasolio agricolo”.

“Inoltre a brevissimo, il presidente della Giunta ha annunciato”, aggiunge il consigliere regionale Emanuele Cera, “che sarà inserito un ulteriore provvedimento per soccorrere le aziende sarde dell’ortofrutta e cerealicole danneggiate dalle conseguenze economiche della crisi”.

Nel pomeriggio di ieri nell’ambito della seduta della V Commissione, di cui è componente lo stesso Cera, si è tenuta dunque un’importante produttiva e costruttiva audizione dei vertici del Sistema Arborea insieme ai rappresentanti delle associazioni di categoria, e quindi Coldiretti, Confagricoltura e Copagri.

“Nel corso dei lavori della Commissione”, prosegue il consigliere Emanuele Cera, “ho ritenuto necessario riproporre nuovamente quanto già richiesto nella scorsa seduta in aula, di “emendare la finanziaria” per intervenire immediatamente e far rientrare questa misura tra i provvedimenti urgenti finalizzati ad arginare gli effetti negativi della pandemia e soprattutto per non incorrere in una procedura di infrazione per la violazione delle norme europee sulla concorrenza, se l’intervento non viene approvato durante l’emergenza sanitaria, attualmente in corso”.

La tempestività di questa iniziativa, evidenzia ancora Emanuele Cera, è dovuta al fatto che i settori agricolo e zootecnico sono attualmente attraversati da una lunga crisi dovuta agli elevati costi e ai rincari delle materie prime destinate all’alimentazione zootecnica, aggravata dall’insularità. Crisi ulteriormente accresciuta poi a causa del caro energia e gasolio agricolo, a cui si aggiunge il cronico problema del basso prezzo di vendita del latte.

“Al tempo stesso”, aggiunge il consigliere regionale Cera, “la manifestazione dei giorni scorsi ha promosso e ha dato un forte impulso finalizzato a far emergere in tutta la sua portata, il grave rischio che stanno correndo le imprese, gli addetti alle stesse e il settore indotto”.

“In questo scenario”, prosegue Emanuela Cera, “per primo e da rappresentante del territorio, a più riprese ho evidenziato che anche il Sistema Arborea, che sicuramente rappresenta una delle realtà più solide della Sardegna, non è immune da questa onda lunga che sta colpendo la Sardegna e il continente europeo in generale. Difatti il Sistema Arborea è già gravato da una lunga crisi dovuta alle materie prime e dei costi di produzione in generale, appesantito da ultimo, dai bassi prezzi del latte e dagli aumenti importanti del costo dell’energia.Per questo motivo e a più riprese sono stati numerosi gli interventi sulle problematiche dell’agricoltura con diverse sollecitazioni in aula durante i lavori del Consiglio Regionale, con il preciso intento di portare in Consiglio le problematiche di un settore troppo spesso trascurato”.

A seguito del forte appello lanciato durante i lavori della V Commissione attività produttive del Consiglio Regionale, il Presidente Christian Solinas ha raccolto il grido di allarme e ha annunciato il prossimo emendamento della Giunta regionale da presentare in aula.

“L’iniziativa”,conclude il Consigliere Emanuele Cera, “merita un plauso e soprattutto il pieno sostegno del gruppo di Forza Italia Sardegna in Consiglio Regionale per una sua immediata approvazione al fine di dare una importante boccata di ossigeno ad un comparto agrozootecnico fortemente stremato dalla congiuntura ma soprattutto per impedire che il sistema produttivo isolano non vada a perdere ulteriori aziende del settore primario e addetti, e a cascata vada a coinvolgere l’intero indotto”.

Emanuele Cera
Emanuele Cera

Mercoledì, 23 febbraio 2022

Grazie per aver letto questo articolo. Se vuoi commentarlo, accedi al sito o registrati qui sotto. Se, invece, vuoi inviarci un’informazione, una segnalazione, una foto o un video, puoi utilizzare il numero Whatsapp 331 480 03 92, o l’indirizzo email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.