Fondi ai gruppi: tre condanne. Prescrizione e pena ridotta per otto consiglieri
Consiglio regionale, la sentenza della Cassazione apre le porte del carcere per il sardista Atzeri

L’aula del Consiglio regionale

Resta in piedi la condanna in appello a quattro anni e nove mesi di reclusione per peculato e falso per l’ex capogruppo sardista in Consiglio regionale, Giuseppe Atzeri. Ieri la Corte di Cassazione ha dichiarato inammissibile il ricorso presentato dal difensore dell’ex consigliere regionale avverso la sentenza emessa nel marzo del 2019 dai giudici di secondo grado. La condanna è legata all’uso illecito dei fondi ai gruppi consiliari.

Il legale Agostinangelo Marras ha chiesto per il suo assistito la possibilità di scontare la pena ai domiciliari, considerati l’età e i problemi di salute.

Condanna (erano tre anni) anche per Alberto e Vittorio Randazzo (Udc), per i quali però andrà riformulato il calcolo, che potrebbe evitare loro il carcere.

Per Oscar Cherchi, Maria Grazia Caligaris, Sergio Marracini, Pierangelo Masia, Raimondo Ibba, Giomaria Uggias, Pierangelo Masia, Mario Floris e Salvatore Amadu è stato disposto l’annullamento senza rinvio – per prescrizione – della sentenza di secondo grado per gli episodi fino al settembre 2007. È stata rinviata, invece, la determinazione della pena per le spese fatte fino al termine della legislatura, a marzo 2009.

Per i due consiglieri Floris e Uggias dovrà anche essere valutata la legittimità delle spese sostenute nei 18 mesi finali nell’assemblea sarda.

Mercoledì, 10 marzo 2021

L'articolo Fondi ai gruppi: tre condanne. Prescrizione e pena ridotta per otto consiglieri sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.