Non si è fermato all’alt della polizia e ha pigiato sull’acceleratore, dando vita ad un folle inseguimento da Cagliari sino a Serrenti. Michael Cabiddu, 29enne pregiudicato di Samassi, è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale. Il giovane, alla guida di un’auto nera, è stato notato dagli agenti della polizia Stradale nel Largo Carlo Felice: gli agenti l’hanno invitato a fermarsi, ma lui ha accelerato, svoltando in via Roma. La fuga è proseguita in viale Diaz per poi prendere la via di uscita dalla città, attraverso viale Sant’Avendrace e viale Monastir. Il Centro operativo telecomunicazioni della questura ha coordinato le operazioni facendo convergere anche le volanti sul territorio, accorse subito in ausilio ai colleghi. L’auto ha proseguito la sua folle corsa verso la Ss 131, imboccando l’uscita di Serrenti Nord, tentando di speronare una radiomobile dei carabinieri di Sanluri, avvisati dal Centro operativo. La folle corsa dell’auto è finita quando, dopo aver perso il controllo, Michael è andato a sbattere contro il guard rail.  Il 29enne è sceso subito dalla macchina e ha cercato di fuggire a piedi, ma è stato subito bloccato dai poliziotti, in collaborazione con i carabinieri.
Dalle indagini successive è emerso che il giovane stava guidando ubriaco (è infatti risultato positivo all’alcoltest) e senza patente, mai conseguita. Dopo essere stato portato negli uffici della questura è stato accompagnato a casa, in attesa dell’udienza direttissima.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.