Focolaio Covid alla scuola Giusy Devinu. E bimbi costretti a continui tamponi con le spese tutte a carico delle famiglie (i test gratuiti sono solo per gli over 12). Così i genitori lanciano un appello alle istituzioni. E intanto si ribellano e promuovono, per protesta, l’assenza di massa dei loro figli da scuola per protesta. Oggi pochissimi i bambini in classe.

“Dal rientro delle vacanze natalizie, siamo vivendo in totale stato di abbandono da parte dell’ istituto, comune e Asl”, spiegano le mamme degli alunni dell’istituto comprensivo di via Meilogu, “ogni giorno si riscontrano 2/3 alunni positivi al Covid, in più, si aggiungono personale scolastico, docenti e collaboratori. Nonostante le numerosissime richieste per sanificare almeno gli ambienti comuni, non abbiamo risposta da parte delle autorità. Non si può continuare a sottoporre i bambini almeno una o 2 volte a settimana a tamponi antigenici del costo di 15 euro per elementari e infanzia. Loro da due anni vivono oramai un mondo tristissimo, fatto di paure e di incognite. Oggi nasce la nostra protesta e assenza di massa. Chiediamo l’intervento da parte del sindaco e degli enti competenti. Chiediamo inoltre che i protocolli covid siano chiari, non confondano le idee alle insegnanti e ai genitori, vengano estesi a tutto il personale e soprattutto che siano congrui con gli attuali disegni di legge”.

L'articolo Focolaio Covid a scuola, mamme in rivolta a Is Mirrionis: “Tamponi troppo cari, non mandiamo più i bimbi in classe” proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.