Ieri sera ad Iglesias, i carabinieri del Radiomobile della locale Compagnia hanno tratto in arresto, per furto aggravato in concorso, due loro vecchie conoscenze, rispettivamente di 29 e 22 anni, entrambi disoccupati. I due soci in affari sono stati sorpresi all’interno dell’Hotel Antas, in località Sant’Angelo nel comune di Fluminimaggiore, mentre erano intenti ad asportare cavi in rame, per un peso complessivo di kg. 450 circa, dall’impianto elettrico della citata struttura ricettiva in stato di abbandono. La refurtiva è stata riconsegnata al legittimo proprietario, un 83enne imprenditore del luogo. I due arrestati sono stati condotti presso la caserma dei carabinieri di Iglesias e ristretti nelle locali camere di sicurezza, ove hanno pernottato in attesa di essere condotti stamattina a Cagliari, presso il locale Palazzo di Giustizia, ove verranno giudicati con rito direttissimo. I carabinieri si sono insospettiti quando, nel transitare dietro alla vecchia struttura, hanno notato una porta secondaria aperta e bloccata con una sedia. Hanno così intuito, anche per la presenza di un furgone poco distante, che qualcuno si potesse essere introdotto nell’edificio, con finalità tutte da accertare. Non è la prima volta che i due si fanno sorprendere a rubare rame in quell’immobile.

L'articolo Fluminimaggiore, rubano 450 kg di cavi di rame da un hotel abbandonato: arrestati due giovani proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.