Nonostante il paese sia blindato da 10 giorni si registrano 102 nuovi casi
CAGLIARI. Da dieci giorni in zona rossa, a Fluminimaggiore, nel Sulcis Iglesiente, oggi si contano 102 nuovi casi positivi, che si sommano agli 82 già rilevati. «I dati arrivati dallo screening di massa sono gravi, la situazione è disastrosa - scrive su Facebook il sindaco Marco Corrias -. Perciò, sentiti anche i pareri dei nostri due medici di famiglia, e la Direzione dell'Igiene pubblica, abbiamo deciso di prorogare fino al 15 dicembre la zona rossa, con chiusura del cimitero, contingentamento degli ingressi nei locali commerciali, divieto assoluto di lasciare il paese se non per motivi di lavoro o sanitari. Abbiamo concordato con il parroco don Gianfranco anche la riduzione al minimo delle funzioni religiose. I controlli di pubblica sicurezza saranno rafforzati e i trasgressori sanzionati a norma di legge. La situazione è drammatica, perciò invito tutti alla massima collaborazione», conclude il primo cittadino di Fluminimaggiore. L'ordinanza che aveva dichiarato la zona rossa per 10 giorni era sta firmata il 25 novembre scorso, prevedendo la didattica a distanza e la chiusura di bar, ristoranti, parrucchieri, palestre, con le mascherine obbligatorie anche all'aperto. (ANSA)

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.