Flumini di Quartu – Sassi contro un bus del Ctm: gravi i danni, un vetro è stato completamente frantumato. Il fatto è avvenuto sabato alle ore 18, presenti sul posto anche le forze dell’ordine. Non è l’unico episodio accaduto, ma l’ultimo di una lunga serie che, in genere, vede come protagonisti diversi giovani che causano anche gravi danni materiali ai mezzi e mettono in serio pericolo l’incolumità dell’autista e dei passeggeri a bordo. Roberto Matta, Presidente Associazione Turistica di Quartu Sant Elena, commenta l’accaduto: “Non mi voglio addentrare in un’analisi sociologica del fenomeno ma resto convinto che un intervento urgente sia ormai improcrastinabile.Il litorale ed in particolar modo Costa degli Angeli e Flumini sono sotto scacco da parte di baby gangs.La riapertura della caserma dei Carabinieri a Flumini, un maggior presidio delle forze dell’ordine, ed interventi educativi a tutti i livelli a partire dalle scuole di ogni ordine e grado sono da programmare senza più indugio.Se è questo il biglietto da visita che vogliamo dare ai turisti in visita alla nostra città, il nostro obiettivo si allontana a passi da gigante”.Un gruppo di giovani e giovanissimi, il fine settimana sarebbero circa 20-25, mentre nei giorni feriali poco più di una decina, sarebbero responsabili di alcuni episodi spiacevoli, che, a detta dei residenti, lancerebbero sassi anche contro le abitazioni private. “Con la nostra associazione – prosegue Matta – abbiamo l’idea di organizzare interventi nelle scuole per educare i ragazzi alla cultura del turismo e dell’ospitalità, ad una maggiore sensibilità ambientale ed al rispetto della nostra città” .

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.