Fiume Tirso, scatta lo stato di vigilanza rinforzata
L’avviso della Protezione Civile dopo i rilasci d’acqua dalle dighe “Eleonora d’Arborea” e “Pranu Antoni”

Il livello del Tirso a Fordongianus

Le piogge degli ultimi giorni e i rilasci d’acqua dalla diga “Eleonora d’Arborea”, che si uniscono a quelli dalla diga di “Pranu Antoni”, fanno scattare lo stato di vigilanza rinforzata per il Tirso. Nella tarda mattinata di oggi la Protezione Civile Regionale ne ha dato comunicazione ai comuni interessati dal passaggio del fiume.

Serafino Pischedda

“Ci sono stati rilasci fino a 95 metri cubi al secondo. Per il momento però la situazione non desta preoccupazione”, il commento del sindaco di Fordongianus Serafino Pischedda. “Già nei giorni scorsi”, prosegue Pischedda, “l’acqua aveva raggiunto i bagni termali, ma non è arrivata alla strada che si trova davanti alle terme”. Soltanto poche settimane fa il livello del fiume era decisamente più alto. “Domenica 24 gennaio”, conclude il sindaco, “l’acqua del Tirso aveva raggiunto le vasche termali”.

Mario Tendas

“La situazione è sotto controllo”, aggiunge il sindaco di Solarussa Mario Tendas. “Per il momento dalla Protezione Civile invitano alla prudenza, in particolare nella zona del Bennaxi, lungo la valle del Tirso”.

Il livello del Tirso a Fordongianus

Giovedì, 11 febbraio 2021

L'articolo Fiume Tirso in piena, scatta lo stato di vigilanza rinforzata sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.