Ferisce il rivale a colpi di roncola, denunciata un’allevatrice
Lite ieri notte in un ovile: l’uomo è in ospedale con prognosi riservata

Colpi di roncola a conclusione di una lite in un ovile ieri notte hanno fatto finire all’ospedale un allevatore di 61 anni: colpito al volto e all’addome, è stato ricoverato in prognosi riservata al “Nostra Signora di Bonaria” di San Gavino Monreale.

Nelle ore successive i carabinieri di Sanluri hanno denunciato a piede libero (non c’era la flagranza di reato) una allevatrice di 35 anni: è accusata di lesioni personali aggravate. Durante i rilievi tecnici effettuati dal NORM della compagnia, poco distante dall’ovile della vittima (lungo la strada statale 197, al km 20) i militati hanno trovato e sequestrato una roncola insanguinata: le analisi del RIS di Cagliari dovranno confermare se quel sangue è del ferito.

Non è chiaro ancora che cosa abbia scatenano la lite, ma sembra che fra i due protagonisti in passato ci siano stati dei contrasti.

Lunedì, 24 maggio 2021

L'articolo Ferisce il rivale a colpi di roncola, denunciata un’allevatrice sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.