Cagliari

Era ricoverato in ospedale

Si è ucciso nel pomeriggio a Cagliari Sandro Sarais, 56 anni, accusato del femminicidio della compagna romena Mihaela Kleics, 50 anni, trovata morta una settimana fa nel letto della sua casa di Quartu Sant’Elena con decine di ferite da arma da taglio.

L’uomo, fermato la sera stessa della scoperta dell’omicidio, era da allora ricoverato all’ospedale Businco di Cagliari per le ferite che si era autoinferto con un coltello quando i carabinieri l’avevano rintracciato in un’auto in campagna.

Sarais si è lanciato dalla finestra della sua stanza nel reparto di Traumatologia, al terzo piano, dov’era piantonato.

Poche ore prima la sua legale, Shannon Cipollina, gli aveva confermato che una volta dimesso sarebbe stato trasferito nel carcere di Uta (Cagliari), dato che la custodia cautelare in cella era stata confermata. (AGI)

Lunedì, 20 dicembre 2021

Grazie per aver letto questo articolo. Se vuoi commentarlo, accedi al sito o registrati qui sotto. Se, invece, vuoi inviarci un’informazione, una segnalazione, una foto o un video,  puoi utilizzare il numero Whatsapp 331 480 03 92, o l’indirizzo email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.