Fase 2: riaprono il cimitero e l’ecocentro a San Vero Milis
Spiagge ancora chiuse ma c’è il via libera per gli sport acquatici. L’appello del sindaco

Il momento di ripartire gradualmente e in sicurezza è arrivato anche per San Vero Milis. Le prime riaperture interessano il cimitero comunale e l’ecocentro e poi – in linea con le direttive dell’ordinanza regionale – è consentita la possibilità di movimento dei cittadini e il riavvio di altri servizi utili.

Per quanto riguarda il cimitero, il sindaco Luigi Tedeschi ha annunciato che riaprirà domani, mercoledì 6 maggio: visite dalle 8 alle 18. “Vi chiediamo con coscienza”, ha detto il sindaco rivolgendosi a tutti i cittadini dai canali istituzionali del Comune, “di  indossare mascherine e guanti, evitare gli assembramenti e rispettare il bisogno di tutti di visitare i propri cari”.

“Ci scusiamo perché non troverete il cimitero pulito, ma in questo periodo erano chiuse per decreto le ditte di pulizia del verde. Ora che sono riaperte con ordinanza regionale, faremo in modo di far ripartire il servizio. Ma conoscendo la necessità di tanti di potersi recare in cimitero, non volevamo farvi aspettare oltre e anzi siamo sicuri che ci aiuterete a riordinare”.

L’ecocentro comunale riaprirà invece venerdì 8 maggio e seguirà gli orari già fissati nel calendario. L’accesso sarà possibile una persona alla volta e indossando guanti e mascherina.

Ovviamente anche a San Vero Milis sono valide tutte le altre disposizioni regionali in merito alla “Fase 2”: a partire da oggi, sarà possibile recarsi al parco giochi (dalle 8 alle 20) per passeggiare o correre, mantenendo la distanza sociale ed evitando gli assembramenti. Il sindaco Tedeschi  specifica che al momento i giochi per bambini resteranno chiusi.

Non solo: è possibile fin da oggi, stando sempre all’ordinanza RAS n. 21 del 2 maggio, recarsi con il proprio nucleo familiare a visitare i congiunti (evitando assembramenti, e sempre con mascherina e guanti) e raggiungere le seconde case per controlli o manutenzione. Lo spostamento è limitato al tragitto da abitazione ad abitazione, senza implicare un trasferimento stabile.

Ci si potrà spostare in altri comuni per ragioni di lavoro, salute, necessità e urgenza, ad esempio per acquistare prodotti che non siano disponibili in paese.

È consentita la pratica sportiva individuale all’aria aperta all’interno del proprio comune di residenza, mantenendo la distanza di due metri: si potrà, dunque, passeggiare, correre, andare in bicicletta, praticare sport acquatici come surf, kitesurf, sup, windsurf, e la pesca sportiva da terra, subacquea e da imbarcazione.

È altresì consentita l’apertura di centri sportivi per la pratica del golf, tiro al piattello, atletica, equitazione, tiro a segno, vela, tennis e simili, nel rispetto delle norme di distanziamento sociale e sanificazione dei locali, senza alcun assembramento

Le spiagge appartenenti al territorio di San Vero Milis resteranno chiuse fino al 17 maggio per l’uso ludico-ricreativo.

È consentita la vendita di cibo da asporto da parte degli esercizi di somministrazione alimenti e bevande e da parte delle attività artigiane del settore dolciario/alimentare, con esclusione degli esercizi e delle attività localizzati in aree o spazi pubblici in cui è interdetto l’accesso. Non sarà possibile consumare nei pressi del locale.

“Per la lista completa delle attività che potranno aprire da oggi”, conclude il sindaco Luigi Tedeschi, “rimandiamo all’ordinanza del presidente Solinas e del decreto del presidente Conte: qui abbiamo voluto rispondere alle domande più frequenti che ci avete posto”.

Martedì, 5 maggio 2020

L'articolo Fase 2: riaprono il cimitero e l’ecocentro a San Vero Milis sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.