Fabio Zucca, addio all’ex sindaco amante del blues: “Per noi eri famiglia, amicizia e visione, ci mancherai amico”. Fabio era un vero “visionario”. Così lo ricordano con grande commozione i ragazzi del festival Dromos, di cui era organizzatore.

Ma era anche stato per dieci anni sindaco di Nureci, dove era assessore, dove domani si svolgeranno i suoi funerali con il lutto cittadino. Un malore improvviso a soli 55 anni se l’è portato via: “È riuscito a farci immaginare e a rendere possibile il grande sogno del Mamma blues, un festival dove le culture si incontrano e dove le case di un piccolo paese si aprono al mondo lasciando negli spettatori un senso di bellezza e la sensazione di aver fatto parte di una “comunità”. Per noi Fabio era comunità ma anche famiglia, amicizia, incontro, visione, progetto, risate… Ancora increduli ti salutiamo. Ci mancherai amico”, scrivono gli organizzatori del festival Dromos, uno dei più belli della Sardegna.

E una musica dolce lo accompagnerà con grande commozione anche nel suo ultimo viaggio, anche se resterà indelebile nel ricordo di tutti quelli che lo hanno conosciuto.

L'articolo Fabio Zucca, addio all’ex sindaco amante del blues: “Per noi eri famiglia, amicizia e visione, ci mancherai amico” proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.