Tra i sardi che oggi si sono imbarcati nella nave da crociera della Costa dove sono stati trovati due positivi tra i passeggeri già a bordo c’è anche Fabio Orrù. Lavora come “Oss al Santissima Trinità”, proprio uno dei covid hospital cagliaritani. Dopo mesi e mesi in trincea, ha deciso di prendersi una vacanza, e di salire a bordo di uno di quei giganti del mare dove, tra distanziamenti e taglio dei passeggeri, la sicurezza sembra essere garantita anche in casi, incluso quello odierno, di vacanzieri positivi: “È la quinta crociera che faccio, giustamente ci saranno tante precauzioni ma i costi non sono aumentati, ma più o meno gli stessi. Sono aumentate le precauzioni, saranno un limite a bordo della nave ma è giusto così”, spiega, mentre con la coda dell’occhio controlla i suoi bagagli, all’ingresso dell’area sterile del porto. “Starò in viaggio per una settimana, visiterò Messina, Napoli, Civitavecchia e Savona”. Giri per le città sempre blindati? “Sì, potremo visitarle ma sempre in totale sicurezza, non ci potremo mai allontanare, le visite saranno sempre guidate e dovremo, perciò, stare sempre tutti insieme Per me comunque è importante staccare dalla solita routine”.Paure o timori? “No”, dice, sicuro, l’Oss, “senno sarei rimasto a casa. Certo, la situazione è critica. Hanno rinviato la crociera più volte perchè c’era la zona rossa”. Ora, invece, in zona arancione, “siamo pronti a partire”, conclude, con un sorriso, il giovane.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.