Inizialmente il Gruppo disponeva di tre molini: uno a Sassari, uno a Sanluri e uno a Cagliari. Successivamente si decise di costruire un unico molino ad Oristano perché il porto, lì presente, permetteva l’arrivo della materia prima direttamente presso l’azienda, garantendo dunque costi ridotti e migliore qualità delle materie prime.

Negli anni successivi, le intuizioni e la tenacia che da sempre hanno animato e animano lo spirito di questa famiglia, hanno portato alla nascita nel 1999 del Pastificio Cellino. Si veniva così a consolidare il sogno di Ercole, un sogno che avrebbe preso concretamente vita nel 2001 con la prima produzione e vendita della Nostra pasta.

Nei primi anni avevamo solamente due linee produttive e producevamo 110.000 quintali. Oggi invece abbiamo espanso la produzione e siamo arrivati a produrne sino ad un milione.

In poco tempo riuscimmo a collocarci in tutti i principali punti vendita della Sardegna e ad affermare la nostra marca come prima scelta per distributori industriali.

Sono passati dunque vent’anni da quel momento. Vent’anni di crescita, di timori, di fatica, di soddisfazioni. Sin dal primo giorno abbiamo creduto nel nostro prodotto e pian piano stiamo riuscendo a comunicare la passione, dedizione e fatica che animano il nostro lavoro, un lavoro per gli altri, per chi ci sostiene, per Voi.

Dunque, è questo il modo con cui da anni cerchiamo di farci riconoscere: semplici come chicco di grano, buoni come un piatto di pasta.

L'articolo F.lli Cellino, 20 anni dal primo impasto proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.