A quasi un mese dalla ripartenza delle attività scolastiche sono molti gli istituti scolastici della Sardegna e del Cagliaritano che non hanno ancora ripianato l’organico del personale Ata. L’allarme arriva da Pino Aquila, alla guida del coordinamento dei presidenti dei consigli d’istituto: “In diversi istituti, ma soprattutto in quelli in cui a breve si darà avvio all’orario definitivo con tempo pieno delle 40 ore curricolari, molti dirigenti scolastici si trovano nella spiacevole situazione di limitare i servizi di segreteria o di non poter istituire il servizio mensa a causa della mancanza di detto personale. Tutto ciò non solo comporta un disservizio che va a discapito degli studenti, ma crea enormi disagi organizzativi ad intere famiglie”. Infatti, le mense che rischiano di restare con tavoli vuoti e fornelli spenti rischiano di essere tante: “E Chi lavora nelle mense grazie alle ditte che hanno vinto gli appalti per la gestione dei pasti”, prosegue Aquila, “non potrà iniziare i turni, restando quindi senza uno stipendio”.

 

“Chiediamo ad alta voce l’immediata pubblicazione delle graduatorie con l’assegnazione del personale. Assistiamo, come spesso accade, a lungaggini burocratiche che limitano la fruizione dei servizi essenziali”.

L'articolo Emergenza nelle scuole del Cagliaritano: “Mancano tanti bidelli, niente stipendio per chi lavora nelle mense” proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.