I primi quatto pazienti (saranno in tutto undici entro questa sera) sono stati trasferiti dal Santissima Annunziata all’Hotel Montiruju, di Santa Maria Coghinas. La struttura, selezionata da Ats attraverso un avviso pubblico, è stata validata da un’apposita commissione, valutata come idonea dall’Aou di Sassari e convenzionata. Le stanze in cui saranno alloggiati i pazienti sono camere singole con bagno, perfettamente igienizzate. L’assistenza è garantita dalla presenza di due medici dell’Usca, Unità speciali di continuità assistenziale, che avranno il compito di seguire le attività dei gestori e degli operatori della struttura.

“Un’operazione importante – spiega l’assessore regionale della Sanità, Mario Nieddu – che ci consente di alleggerire la pressione sull’ospedale sassarese, garantendo la massima sicurezza dei pazienti, che continueranno ad avere assistenza sanitaria dai medici dell’Usca. La situazione è sicuramente difficile per il forte impatto che la recrudescenza della pandemia sta avendo sui nostri ospedali. Grande impegno, professionalità e spirito di servizio dei nostri operatori sanitari, in prima linea contro il virus, stanno facendo la differenza in questa emergenza senza precedenti per la nostra Isola. Per fronteggiare la pandemia e garantire la salute dei cittadini continueremo a mettere in campo ogni strumento a nostra disposizione”.

L'articolo Emergenza Covid in Sardegna, primi trasferimenti dei pazienti dagli ospedali negli alberghi proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.