Macellai da 4 generazioni. Lei come il padre e prima di lui il nonno e ancora prima il bisnonno. E ora Ida Caredda ha compiuto 100 anni e ha ricevuto un riconoscimento dal Comune di Cagliari.“Il fatto che sia stato chiamato io a premiare la signora Caredda, è stata una precisa richiesta della famiglia, avendo svolto l’attività di macelleria da ben 4 generazioni”, ha dichiarato l’assessore alle Attività produttive Alessandro Sorgia.Ida Caredda, nasce a Sestu il 28 marzo 1921 da Angelico Caredda e Benigna Cau, seconda di tre figli.Bisnonno, Nonno e Padre macellaio, lei ed il fratello Angelo vengono avviati alla professione paterna, che svolge fino all’età di 19 anni, quando incontra l’appuntato Marras, vedovo e con 4 figli in tenera età.Nonostante la contrarietà della famiglia, nel 1939 lo sposa, donandogli altri 3 figli maschi.Trascorre tutto il periodo della guerra a Cuglieri, dove presta servizio suo marito, dove nascono due figli e rientra a Sestu nel 1946, per trasferimento del marito.Nel 1948, apre una macelleria  che gestisce in proprio fino al 1955, per dedicarsi esclusivamente alla famiglia, anno in cui è stato ordinato sacerdote il primo dei quattro figli del precedente matrimonio.Per restare accanto al sacerdote, nel 1958, tutta la famiglia si è trasferita a Cagliari, in via Carrara.Nel contempo gli altri due figli più grandi si arruolano nell’arma dei carabinieri. Nel 1979 è rimasta vedova ed ha affrontato le avversità della vita che la privò della morte prematura di 4 figli e attualmente si gode i nipoti ed i pronipoti.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.