Nel pomeriggio di ieri i carabinieri di Villamar, insieme ai colleghi di Villanovafranca e del NORM della compagnia di Sanluri hanno arrestato per detenzione di stupefacenti, armi e munizioni, e denunciato per minaccia a pubblico ufficiale M.S., nato Villamar, del 1970, disoccupato e attualmente agli arresti domiciliari. Nel contesto i carabinieri hanno anche denunciato a piede libero la compagna dell’uomo, di 37 anni.
In particolare il villamarese è stato controllato nella sua abitazione nell’ambito delle periodiche verifiche alle persone sottoposte a misure, ma ha da subito mostrato insofferenza all’accertamento. I militari hanno avvertito odore di stupefacenti provenire da una delle stanze e quindi hanno proceduto immediatamente a perquisire la sua abitazione rinvenendo infatti un sacchetto con 80 grammi di marijuana in infiorescenze essiccate e un bilancino di precisione. Ma nascosta in un armadio è stata scoperta anche una pistola semiautomatica cal. 7.65 con matricole abrase e 7 proiettili stesso calibro, insieme a circa 700 euro in contanti.

Il tutto è stato sequestrato. Durante le fasi dell’operazione la coppia ha inveito contro i carabinieri con insulti e minacce, per cui si è proceduto nei loro confronti con le ulteriori relative denunce. L’autorità giudiziaria informata ha disposto la traduzione dell’arrestato in carcere a Uta in attesa di udienza di convalida da fissarsi.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.