Non è stato un omicidio. L’uomo di 48 anni trovato morto all’interno di uno dei bagni del treno che, partito da Cagliari, ha anche toccato la stazione di Serramanna, non è stato ucciso: “Esclusa l’azione dolosa”, questi gli aggiornamenti che arrivano dalla polizia dopo i primi accertamenti svolti. La morte è avvenuta per una “probabile rescissione di un vaso sanguigno”. I medici legali si sono riservati di ispezionare meglio il corpo domani mattina. Sul posto sono intervenuti, oltre agli uomini della Scientifica, anche i carabinieri, i Vigili del fuoco, un’ambulanza del 118. La vittima è un uomo di quarantotto anni. Probabile un malore o un gesto estremo. Ma nessun omicidio: esclusa, quindi, la voce insistente che si era diffusa sin dai primi minuti dopo il tragico ritrovamento. 

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.