'Tutto il popolo', ristoratrice offende attrice italo-cinese

(ANSA) - MILANO, 12 NOV - Circa 200 persone tra ristoratori, ambulanti e rappresentanti di altre categorie colpite dalle chiusure dell'ultimo dpcm si sono radunate stasera in piazza Duomo a Milano con lo slogan "siamo tutti sulla stessa barca" per urlare "vergogna" e "dimissioni ".

"Tutto il popolo" diceva la convocazione dell'appuntamento, animato principalmente dagli interventi dei ristoratori Paolo Polli e Floriana Premiterra, ma a calamitare l'attenzione è stata un'uscita di quest'ultima, che ha detto di non voler svendere l'Italia ai "cinesi di m..". Al suo fianco c'era l'attrice cinese Sijia Chen, già vista in altre manifestazioni insieme al suo gruppo 'All in Venice', sempre in abito da sposa, "per lanciare - ha spiegato - un messaggio di amore in questo momento difficile ". Chen, offesa, se ne è andata in lacrime e Premiterra è stata convinta a chiederle scusa, spiegando di non avercela con lei ma con i politici.

"Sono cresciuta in Italia, i miei genitori hanno un bar, acquistato con molti sacrifici e dove si rispettano tutte le regole, che ora è chiuso come le vostre attività. Sono qui perché penso che essere uniti faccia sempre la differenza " le ha risposto l'attrice, al fianco del compagno regista, Marco Arturo Messina, che ha intenzione di girare un docufilm sulle manifestazioni di questi ultimi mesi. (ANSA).

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.