Dopo l’emergenza, in Sardegna si piò tornare in piazza per le sagre
La Regione dà il via libera (fino al 31 luglio) anche ai locali notturni all’aperto

Da ieri in Sardegna è caduto il blocco per sagre, fiere e feste paesane all’aperto: potranno riprendere, nel rispetto del divieto di assembramento e delle distanze fra le persone. L’autorizzazione arriva con una nuova ordinanza, la n.34, firmata ieri dal presidente della Regione, Christian Solinas, e valida fino al 31 luglio prossimo.

Via libera anche a discoteche e altre attività d’intrattenimento (in particolare serale e notturno), esclusivamente all’aperto, sempre nel rispetto delle norme anti-Covid: secondo la capienza massima del locale, la distanza fra i clienti dovrà essere di almeno un metro, mentre sulla pista da ballo sarà di due metri.

Con un’altra ordinanza, la n.35, il presidente ha confermato e prorogato fino al 31 luglio le misure per chi viaggia in aereo e in nave da e per la Sardegna. Tutti i passeggeri sono tenuti a registrarsi per via telematica prima dell’imbarco compilando un modello scaricabile dal sito della Regione Sardegna o tramite l’app ‘Sardegna sicura’.

Viene, inoltre, ripristinata la programmazione ordinaria dei servizi di linea e non di linea delle aziende di trasporto pubblico locale (Tpl) su gomma, ad esclusione di quelli scolastici. Sarà di nuovo consentita l’occupazione del 100% dei posti a sedere.

Giovedì, 16 luglio 2020

L'articolo Dopo l’emergenza, in Sardegna si può tornare in piazza per le sagre sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.