Cabras

Comune e Area marina del Sinis varano un programma  che arriva sino a settembre

Tornano le giornate ecologiche promosse dal Comune di Cabras in collaborazione con l’Area Marina Protetta – Penisola del Sinis Isola di Mal di Ventre. Il primo appuntamento è per domenica 27 febbraio.

La volontà è quella di incentivare il processo di crescita culturale di chi vive il territorio, per un graduale ma costante miglioramento della qualità della vita.

“È necessaria una presa di coscienza del problema dell’abbandono dei rifiuti, che riguarda il nostro mare e su larga scala gli oceani”, ha detto il sindaco di Cabras Andrea Abis. “Vogliamo operare affinché ognuno senta su di sé la responsabilità di agire in prima persona a favore della propria terra. Le giornate ecologiche diventano pertanto l’occasione per una riflessione attenta e per la partecipazione a momenti di vita collettiva e sociale in materia di qualità ambientale”.

andrea-abis-giugno-2021
Andrea Abis

La giornata Clean-up di domenica 27 febbraio si inserisce nella programmazione ideata in occasione della Giornata Mondiale delle Zone Umide – World Wetlands Day, celebrata lo scorso 2 febbraio per il 51° anniversario della Convenzione di Ramsar ed è inclusa nell’ambito delle attività del progetto Maristanis. I volontari si occuperanno di ripulire la zona compresa tra la località di Mare Morto e la laguna di Mistras.

Gli altri appuntamenti si sviluppano tra maggio e giugno, per poi ricominciare a settembre. In questo modo si opera nel pieno rispetto del periodo di nidificazione dell’avifauna, in particolare del fratino e delle specie protette che depongono le uova nei mesi primaverili. La pulizia dell’isola di Mal di Ventre è stata invece pensata all’inizio di settembre, come già successo gli scorsi anni, considerata la presenza fino al mese di luglio del gabbiano corso e dei marangoni.

Le giornate ecologiche e di sensibilizzazione ambientale sono rivolte a tutta la cittadinanza, ai volontari del territorio, alle associazioni di promozione sociale, culturale e sportivo, diving professionali, in particolare ai bambini e ai ragazzi delle scuole.

massimo-marras-amp-giugno-2021-bis
Massimo Marras

“Tra le tipologie di rifiuti”, ha spiegato il direttore dell’Amp Massimo Marras, “meritano molta attenzione quelli abbandonati sul litorale o che ci restituisce il mare, in particolare gli oggetti di plastica che minacciano la sopravvivenza della biodiversità marina e la nostra. Ogni rifiuto plastico, infatti, con il passare del tempo viene sbriciolato in micro frammenti pericolosi che entrano a far parte della catena alimentare e arrivano sino a noi. È importante agire prima, con un’opera di sensibilizzazione che limiti il più possibile i comportamenti dannosi”.

Domenica 27 settembre l’appuntamento è alle ore 9.30 in località Mare Morto. I materiali per la raccolta, buste e guanti, saranno forniti dall’Amp. Per informazioni si può contattare l’Ufficio Amp al numero 0783 391097.

Di seguito il programma:

Domenica 22 maggio – Seu – Punta Maimoi;
Domenica 29 maggio – Is Arutas – Portu Suedda;
Domenica 5 giugno – San Giovanni di Sinis;
Venerdì 9 settembre – Isola di Mal di Ventre

Mercoledì, 23 febbraio 2022

Grazie per aver letto questo articolo. Se vuoi commentarlo, accedi al sito o registrati qui sotto. Se, invece, vuoi inviarci un’informazione, una segnalazione, una foto o un video, puoi utilizzare il numero Whatsapp 331 480 0392, o l’indirizzo email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.