Gli sviluppi dell'inchiesta su un tentato omicidio nel centro del Campidano

DOLIANOVA. Dovrà lasciare l’appartamento e allontanarsi dal comune di Dolianova la stalker quarantacinquenne indagata per atti persecutori nei confronti dei proprietari dell’abitazione dove vive. Lo ha disposto con una ordinanza il Gip del tribunale di Cagliari che è stata notificata alla donna dagli agenti della squadra mobile di Cagliari. Sin dal 2018 la donna e i suoi familiari, il marito e 2 figli, dopo aver ricevuto la lettera di sfratto si sono resi responsabili di molteplici condotte minacciose e molestie nei confronti dei proprietari dell’appartamento che avevano in affitto.

Lo scorso 5 settembre il marito e i due figli avevano ferito a colpi di mannaia il proprietario dell’immobile, un insegnante di 62 anni, e aggredito la moglie. L’intervento provvidenziale di un poliziotto libero dal servizio che abita nelle vicinanze e, poi, degli agenti della squadra mobile aveva posto fine all’aggressione. I tre, arrestati, con l’accusa di tentato omicidio, si trovano ancora nella casa circondariale di Uta. L’insegnante aveva riportato una emorragia celebrale ed era stato trasportato in ospedale dal quale è stato dimesso dopo tre settimane. Anche il poliziotto intervenuto per primo per porre fine all’aggressione, rimasto leggermente ferito, aveva fatto ricorso alle cure dei medici. Gian Carlo Bulla

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.