Volantini abbandonati lungo le strade del paese nel Sud Sardegna

CAGLIARI. «Mentre i seulesi gli davano da mangiare, Pino Ledda con l'ex sindaco ha venduto il loro Dna. Scappa o sei morto». È la scritta riportata su alcuni volantini abbandonati alcuni giorni fa in alcune strade di Seulo (Sud Sardegna). Le minacce sono indirizzate al ricercatore Pino Ledda che alcuni anni fa si era occupato del progetto SharDna sul Dna dei centenari sardi, che aveva coinvolto anche alcuni abitanti di Seulo. Una vicenda intricata, culminata con il fallimento della società e la vendita dei dati al laboratorio Genos a Perdasdefogu da cui da cui poi sparirono 25mila campioni nel 2016. Per il presunto furto a novembre dello scorso anno il gup del Tribunale di Lanusei ha deciso il non luogo a procedere per i 10 indagati. Adesso la vicenda viene rispolverata con questo volantino di minacce. Il ricercatore ha presentato una formale denuncia ai carabinieri che hanno avviato tutti gli accertamenti e già informato la Procura. (ANSA).

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.