Discoteche chiuse da domani in Sardegna e tutta Italia, mascherine obbligatorie all’aperto nei locali pubblici, almeno in quelli dove non è garantito il distanziamento sociale. Decisione netta del governo, non sono ammesse deroghe dalle regioni: da domani chiudono tutte le discoteche, non si balla più: vietati tutti gli affollamenti dei giovani. Non solo: dalle 18 alle 6 sarà obbligatorio tenere la mascherina anche all’aperto nei locali e nelle piazze dove sono possibili assembramenti. Le anticipazioni sono state pubblicate poco fa dal Corriere della Sera, la decisione è arrivata nel vertice tra i ministri Speranza, Boccia e Patuanelli in video conferenza con i governatori di tutte le Regioni. Più tardi si attendono nuovi particolari ed eventuali ordinanze di Solinas.

Le mascherine dovranno essere indossate anche “all’aperto, negli spazi di pertinenza dei luoghi e locali aperti al pubblico nonché negli spazi pubblici (piazze, slarghi, vie) dove per le caratteristiche fisiche sia più agevole il formarsi di assembramenti”. Il governo ha deciso dunque di fermare i balli in tutte le discoteche italiane, a causa della crescita dei contagi del Coronavirus nelle ultime settimane, avvenuta soprattutto tra i giovani.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

L'articolo Discoteche chiuse da domani in Sardegna e tutta Italia, mascherine obbligatorie all’aperto nei locali pubblici proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.