“Girano in queste ore notizie false e video tagliati ad arte sul mio intervento in Consiglio regionale durante la seduta dell’11 agosto durante la discussione sull’apertura delle discoteche. Ho intenzione di querelare i disonesti che hanno fatto e diffuso questi video”.

Così l’ex sindaco di Cagliari che nel propri profilo Facebook ha pubblicato la versione integrale dell’intervento in aula l’11 agosto.

“I soldi recuperati con le querele”, aggiunge, “saranno utilizzati per l’acquisto di dispositivi di protezione individuale o strumentazione per gli ospedali”.

Il consigliere dei Progressisti è stato stuzzicato da Solinas su Repubblica. “La verità è che il presidente non ha il controllo della situazione, non solo in questo caso, ma su tutta la gestione della sanità in Sardegna”, ha replicato Zedda, “e continua a non rispondere sulla situazione disastrosa che affrontano le cittadine e i cittadini sardi, i malati, coloro che cercano il vaccino antinfluenzale, le persone chiuse in casa da settimane in attesa di tampone e dell’esito di questo, sulle difficoltà del personale sanitario che opera ogni giorno nei nostri ospedali”.

L'articolo Discoteche aperte in Sardegna, Zedda: “Video falso su di me, adesso querelo” proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.