Diritti dell’infanzia, Unicef festeggia i trent’anni della convenzione
Parte la campagna “Lunga vita ai diritti” con tante iniziative e nuovi servizi

Campagna “Lunga vita ai diritti”

Unicef Italia è pronta a festeggiare la Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza insieme a diversi partner istituzionali, a trent’anni dalla ratifica nel nostro Paese. Lo farà con la campagna “Lunga vita ai diritti”, che partirà domani – giovedì 27 maggio – con un ricco programma e numerosi appuntamenti in streaming.

Primo fra tutti, il lancio della piattaforma U-Report Italia, alle 15, con l’evento in streaming intitolato “Ascolto e partecipazione delle ragazze e dei ragazzi a 30 anni dalla ratifica italiana della Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza”. Saranno presenti all’incontro la ministra per le pari opportunità e la famiglia, Elena Bonetti, la presidente dell’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza, Carla Garlatti, e la presidente della Commissione parlamentare infanzia e adolescenza, Licia Ronzulli. U-Report Italia è una piattaforma digitale che favorisce il coinvolgimento dei giovani su temi di loro interesse, attraverso sondaggi online.

Di mattina, invece, a partire dalle 11 la presidente di Unicef Italia, Carmela Pace, premierà le 26 scuole vincitrici del Concorso “#Convenzione30: a te la parola”, promosso dal Ministero dell’istruzione nell’ambito del Programma Unicef “Scuola Amica delle bambine, dei bambini e degli adolescenti”. Il concorso aveva l’obiettivo di promuovere la conoscenza della Convenzione, l’ascolto e la partecipazione delle bambine, dei bambini e degli adolescenti. Anche questo evento si potrà seguire in streaming sul canale YouTube di Unicef Italia.

La campagna “Lunga vita ai diritti” dell’Unicef Italia, vede coinvolti i volontari dei comitati locali e numerosi partner, uniti per far sì che questa ricorrenza non sia solo una celebrazione, ma un importante momento di riflessione.

Fondamentale anche la collaborazione con l’Anci, l’Associazione Nazionale Comuni Italiani. Unicef Italia ha invitato i comuni ad aderire alla campagna e porre al centro dell’agenda politica i bambini e gli adolescenti. I comuni coinvolti proietteranno il logo dell’anniversario dei 30 anni della
Convenzione su un monumento simbolo della città o, in alternativa lo illumineranno di blu. Potranno inoltre attivarsi, con un serie di azioni di sensibilizzazione sui principi della
Convenzione ONU. Sono già oltre 210 i comuni di tutta Italia che hanno aderito all’iniziativa.

“La Convenzione sui diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza è il trattato sui diritti umani più ratificato al mondo. L’Italia l’ha ratificata con la legge n. 176 del 27 maggio 1991, da allora sono stati fatti numerosi passi in avanti attraverso l’attuazione di politiche e leggi a favore dei bambini nel nostro paese”, ha dichiarato Carmela Pace, presidente dell’Unicef Italia.

“Ma c’è ancora tanto da fare per dare piena attuazione alla Convenzione e rendere i diritti dei bambini e degli adolescenti realtà”, ha aggiunto Pace. “Il COVID-19, fra l’altro, ha acuito le disuguaglianze socioeconomiche nel nostro paese. Affinché l’impatto della pandemia non rischi di cancellare i progressi compiuti è necessario ricostruire meglio. La sfida è investire sulle nuove generazioni garantendo loro accesso a servizi educativi adeguati, sin dalla prima infanzia. Il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza è un’occasione che non va sprecata per garantire ad ogni bambina, bambino e adolescente i propri diritti”.

Mercoledì, 26 maggio 2021

L'articolo Diritti dell’infanzia, Unicef festeggia i trent’anni della convenzione sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.