Dipendente positivo al covid, chiuso il Comune di Siapiccia
Il sindaco Raimondo Deidda in quarantena precauzionale

Gli uffici del comune di Siapiccia

Un dipendente è risultato positivo al coronavirus e il comune di Siapiccia è stato chiuso a scopo precauzionale. A renderlo noto, il sindaco del paese, Raimondo Zucca che ha spiegato come il dipendente contagiato si trova comunque in buone condizioni di salute.

“La ricostruzione fatta sui contatti diretti avuti nei giorni precedenti i sintomi “, aggiunge il primo cittadino, “esclude la possibilità di contagio ai cittadini di Siapiccia, mentre io e gli altri dipendenti, a decorrere da oggi, stiamo osservando la quarantena fiduciaria in attesa del tampone”.

“Confido”, prosegue il sindaco Raimondo Zucca, “nel senso di responsabilità di tutti nell’applicare le ultime disposizioni impartite dal governo, in particolare l’utilizzo della mascherina anche all’aperto in tutte quelle situazioni dove può essere possibile l’avvicinamento ad altre persone”.

Gli uffici del comune di Siapiccia resteranno chiusi nella giornata di oggi e domani per procedere con le operazioni di sanificazione.

Giovedì, 8 ottobre 2020

L'articolo Dipendente positivo al covid, chiuso il Comune di Siapiccia sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.