Firenze, 45enne pestato da malvivente poi in fuga sui tetti

(ANSA) - FIRENZE, 18 AGO - Difende un anziano di 80 anni aggredito senza motivo da un ventenne tunisino, e questo per reazione gli rompe il setto nasale con un pugno, lo fa cadere e mentre è a terra si accanisce contro finché non arrivano altri cittadini che lo costringono a fuggire. Il ferito, 45enne, romeno, ha subito anche la frattura di tibia e perone.

L'episodio è avvenuto nell'Oltrarno storico di Firenze, ai giardini pubblici di piazza Tasso, frequentati anche da bambini.

La polizia ha rintracciato l'aggressore in una strada vicina, via Giano della Bella, dentro uno stabile abbandonato, ma il tunisino non si è consegnato: ha tentato la fuga sui tetti dei palazzi, poi è stato fermato e arrestato con l'accusa di lesioni gravi volontarie. Con lui c'era un 15enne, connazionale, che per proteggere l'altro si è opposto agli agenti tirando calci e pugni: è stato denunciato per resistenza a pubblico ufficiale e condotto in una comunità per minori disagiati.

La vicenda, secondo ricostruzioni della polizia, è iniziata per caso. In base alle testimonianze - la piazza è sempre frequentata - il tunisino era seduto su una panchina quando, senza motivo, si è alzato scagliandosi contro un passante, appunto l'anziano di 80 anni, un fiorentino che abita nella zona. Per difenderlo sono intervenuti il 45enne e un altro cittadino. L'aggressore allora ha cambiato obiettivo e ha colpito il primo fino a temere l'intervento della gente che è accorsa in aiuto. (ANSA).

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.