Didattica a distanza per tutti dalla terza media e coprifuoco nazionale dalle 18: nuovo Dpcm di Conte in vista. Il lockdown dal tramonto, così potrebbe essere definito. Domani sarà la giornata decisiva, ma questi sono i punti principali del nuovo decreto: divieto di circolazione urbana e extraurbana per i cittadini dalle 18 (o dalle 21) sino alle 5 del mattino successivo, alt agli spostamenti tra Regioni, centri commerciali chiusi nel weekend e didattica a distanza nelle scuole dalla terza media in poi, sino alle Università, come conferma anche il giornale Open.. Poi chiusura delle zone rosse e delle città più a rischio in base agli indici settimanali Rt dell’Iss, che certificano la curva dei contagi del Coronavirus. Alcuni governatori insistono per limitazioni agli spostamenti degli over 70, ma su questa ipotesi il governo prende tempo. Riuschiano il lockdown immediato le città più colpite: si tratta di Milano, Torino, Genova, Bari e Napoli.

“Le ipotesi sul tavolo sono chiusura dei centri commerciali nel fine settimana, restrizioni alla mobilità regionale e tra regioni, provvedimenti ad hoc per gli over 70, coprifuoco alle 18, stop agli sportelli per le scommesse in bar e tabaccherie, chiusura delle scuole in base all’indice di contagiosità Rt locale”m conferma il nostro giornale partner Quotidiano.net. ma basterà per scongiurare il lockdown totale?

L'articolo Didattica a distanza per tutti dalla terza media e coprifuoco nazionale dalle 18: nuovo Dpcm di Conte in vista proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.