I sensori che non bastano  per tutti. E file di 40 minuti sotto il sole o la pioggia in piazza Marco Polo per le consegne. Sono i disagi vissuti dai malati di diabete in Sardegna. Un esercito di 120 mila persone che si sente penalizzato dal sistema sanitario. Nel mirino c’è la nuova modalità di fornitura di sensori per il controllo della glicemia di ultima generazione “la cui introduzione nella cura ha costituito una svolta per la qualità della vita dei diabetici costretti ad affrontare questo cancro lento”, spiega A. M, diabetica da oltre 30 anni, “la Regione dopo varie richieste ha deciso di fornirli gratuitamente, ma forse non in un numero sufficiente per coprire la popolazione di sofferenti. Il presidio dopo il Binaghi è stato trasferito alla Fiera di Cagliari, i sensori vengono consegnati 4 alla volta e durano mesi. La settimana scorsa”, racconta, “dovevo rinnovare il piano terapeutico, presento la richiesta alla Diabetologia e mi dicono che non possono darmi i sensori, perché i sono terminati. Mi presento ugualmente all’appuntamento alla Fiera fissato 3 mesi prima ma mi hanno dato solo aghi e striscette, perché la Regione Sardegna ha bloccato i sensori”.

 Il ritiro avviene nel piazzale Marco Polo. “D’estate all’esterno ci sono  40 gradi”, aggiunge, “il tempo medio è di 40 minuti. Immaginatevi i disagi per i malati, tante persone fragili, che d’inverno fanno i conti con freddo e pioggia. E’ un disagio dovremmo essere protetti dal sistema sanitario, ma non lo siamo”.

L'articolo Diabete, l’odissea dei malati in Sardegna: “I sensori non bastano, file sotto il sole per le consegne” proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.