Vernice rossa a cancellare l'omaggio al poeta

(ANSA) - ROMA, 16 MAR - Vernice rossa per cancellare l'omaggio di Banksy ad Oscar Wilde. Così, secondo il Guardian, è stata deturpata l'ultima opera dell'artista, apparsa a inizio mese sul muro di cinta della prigione di Reading, dove il poeta venne incarcerato per una relazione omosessuale tra il 1895 e il 1897. Da quell'esperienza nacque la poesia 'The Ballad of Reading Gaol', che rifletteva sulla brutalità del sistema penale vittoriano. E a quell'esperienza è ispirata l'opera di Banksy: un detenuto in fuga appeso ad un lenzuolo bianco lungo e stretto e ricoperto di scritte, che sgorga da una vecchia macchina da scrivere. 'The create escape' il titolo dell'opera durata pochi giorni prima che una bomboletta spray cancellasse la macchina da scrivere e la sostituisse con la firma 'Team Robbo', il gruppo cioè che fa riferimento all'artista King Robbo, scomparso nel 2014 e da sempre rivale di Banksy.

Difficile risalire ai responsabili, quel che è certo è che il murale dell'artista fosse destinato a sostenere la riqualificazione della prigione, abbandonata dal 2013, poi messa in vendita dal governo nel 2019, infine, dopo il fallimento dell' accordo con un gruppo edilizio, ora in attesa di stabilire se il municipio può trasformarla in un centro artistico. Proposta sostenuta da molti vip, ora anche da Banksy.

(ANSA).

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.